Deepwater – Inferno sull’oceano | questa sera in prima tv su Canale 5

Standard

Questa sera in onda in prima tv “Deepwater – Inferno sull’oceano”, per la regia di Peter Berg  con Mark WahlbergKurt RussellJohn MalkovichGina RodriguezDylan O’BrienKate Hudson. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, 1 candidatura a BAFTA, In Italia al Box Office Deepwater – Inferno sull’Oceano ha incassato 898 mila euro. Il 20 aprile 2010 sulla piattaforma trivellatrice semi sommergibile Deepwater Horizon, situata al largo della costa della Lousiana, 126 lavoratori si sono trovati immersi nel peggior scenario possibile: una devastante esplosione, che ha causato un inferno di fuoco, undici vittime e uno sversamento di greggio nell’oceano riconosciuto come il più grave disastro ambientale della storia.Mentre le televisioni di tutto il mondo si sono concentrate per mesi sulla portata del danno all’ecosistema, il film di Peter Berg torna sulla piattaforma nel Golfo del Messico (ricostruita, poiché la British Petroleum si è ben guardata dall’offrire supporto alla produzione) per raccontare la giornata degli uomini e dell’unica donna sulla Deepwater, la lotta strenua per la sopravvivenza e gli atti di estremo coraggio che si sono verificati in quell’occasione. Il risultato è un disaster movie avvincente e intelligente, che ha saputo indovinare la giusta dimensione, un equilibrio riuscito tra dramma umano e componente spettacolare, e nel quale non c’è spazio per la vaghezza tecnica e logistica che in molti blockbuster funziona da alibi e da riempitivoOggettivando il pericolo sempre in agguato su questo genere di impianti in una serie di piccoli contrattempi che si rivestono così, automaticamente, della suspense del presentimento, e presentando la forza d’animo dei personaggi che lavorano sulla piattaforma come una verosimile qualità di partenza, quasi una dote, che si portano dietro per necessità oltre che per virtù, Berg prepara con cura il terreno per l’esplodere dell’imprevisto come una catastrofe annunciata ma anche come un campo di guerra, dove regna il cameratismo e un senso di condivisione della sorte.

Commenti

Commenti