Al Teatro Manzoni “Divorzio alla Romana” di Stefano Reali

Standard

Una commedia gradevole dall’impianto drammaturgico classico che improvvisamente prende la dinamicità e la caoticità dei giorni nostri. Continua a leggere

Al Teatro Manzoni va in scena un cartellone 2016/17 ricco di primizie teatrali

Standard

Stagione teatrale 2016/17 ai nastri di partenza per il Teatro Manzoni che inizierà dal 29 settembre al 23 ottobre con “3 donne in cerca di guai” di Jean Marie Chevret con Corinne Clery, Barbara Bouchet e la partecipazione di Iva Zanicchi, per la regia di Nicasio Anzelmo. La storia di tre amiche, non più giovanissime che dopo diverse delusioni amorose decidono di lasciar stare con i sentimenti. Si incontrano nella grande casa di Martine, trascorrendo giornate tranquille fino a quando l’arrivo di un figlio delle tre con un fisico mozzafiato farà girare la testa alle tre mature signore con imprevisti a gogo.

Dal 27 ottobre al 20 novembre è la volta di “Parenti Stretti” di Cinzia Berni e Diego Ruiz con Carlo Alighiero, Cinzia Berni e Diego Ruiz, per la regia di Diego Ruiz.

Fabio Avaro, Siddhartha Prestinari e Enzo Casertano sono gli interpreti di “Il testimone di nozze” di Jean-Luc Lemoine, per la regia di Silvio Giordani, in scena dal 24 novembre al 18 dicembre.

Dal 29 dicembre al 22 gennaio è in cartellone “Il gufo e la gattina” di Bill Manhoff con Rita Forte e Pietro Longhi, per la regia di Silvio Giordani.

Dal 26 gennaio al 19 febbraio è in scena Victoire di Dany Laurent con Patrizia Pellegrino e Pietro Genuardi, per la regia di Antonello Capodici.

Elena Cotta, Carlo Alighiero e Miriam Mesturino sono interpreti di “Un folle amore” di Andrè Roussin, per la regia di Carlo Alighiero, in scena dal 23 febbraio al 19 marzo.

Dal 23 marzo al 16 aprile Pietro Longhi e Gabriella Silvestri sono in scena con “La notte della Tosca” di Robert Skerl, per la regia di Silvio Giordani.

La stagione si conclude dal 18 maggio all’11 giugno con “La protesta” di Roberta Skerl, per la regia di Maria Cristina Gionta con Gabriella Silvestri e Antonio Conte.