Una doppia verità | questa sera su Rai 3

Standard

Questa sera su Rai 3 va in onda “Una doppia verità”, per la regia di Courtney Huntm con Keanu Reeves, Renée Zellweger, Gugu Mbatha-Raw, Gabriel Basso, Ritchie Montgomery

In Italia al Box Office Una doppia verità ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 405 mila euro e 174 mila euro nel primo weekend. L’avvocato Ramsay si sfida da solo: difenderà Mike, il figlio di Loretta Lassiter, dall’accusa di aver assassinato il padre, Boone. I Lassiter sono amici di famiglia, eppure il lavoro di Ramsay ha i tratti di una missione impossibile: non solo tutte le prove puntano il dito contro il ragazzo, ma lui stesso è, in un certo senso, reo confesso. Come se non bastasse, Mike non accenna a voler parlare, nemmeno col suo avvocato difensore, costringendolo ad improvvisare in aula e coi testimoni. Eppure, c’è stato un periodo della vita in cui Boone e Mike erano molto legati e il primo, a sua volta avvocato di grido, ha insegnato al figlio tutti i segreti del suo successo. Il film aggancia, pur nella semplicità della costruzione, che usa l’aula di tribunale e quel che viene detto al suo interno come trampolino per il lancio dei flashback: le vere tessere del puzzle che va componendosi. Aggancia perché, facendosi bastare poche occasioni e pochissimi personaggi (un barbecue, una notte di sesso, il giorno stesso dell’omicidio), porta in vita un mondo. È il mondo della borghesia agiata di una piccola comunità della calda, sudaticcia Lousiana, dove tutti si conoscono e rivestono un ruolo l’uno per l’altro e per la società, ed è proprio nel tradimento di quel ruolo e nei segreti alla luce del sole che si allunga l’ombra del delitto.
Ramsay ha una strategia precisa: prendere l’avversario, ovvero la giuria popolare, per sfinimento. Far crescere in essa, grazie all’accumulo di una serie di colpi assestati sempre nella stessa direzione (contro l’imputato), il desiderio di un ribaltamento dell’ultimo minuto, di un colpo di scena, di una narrazione meno scontata e lineare di quella di un parricidio che nessuno mette in fondo in discussione.

Commenti

Commenti