Smetto quando voglio – Ad Honorem | questa sera in prima tv su Rai 3

Standard

Questa sera su Rai 3 in prima tv va in onda “Smetto quando voglio – Ad honorem”, per la regia di Sydney Sibilia con Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero de Rienzo, Stefano FresiIl film ha ottenuto 4 candidature ai Nastri d’Argento, 1 candidatura a David di Donatello, In Italia al Box Office Smetto quando voglio – Ad Honorem ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 2,5 milioni di euro e 1 milioni di euro nel primo weekend. È passato un anno da quando la banda di Pietro Zinni è stata colta in flagranza di reato nel laboratorio di produzione Sopox e ognuno dei suoi componenti rinchiuso in un carcere diverso. Da Regina Coeli. Pietro continua ad avvertire le autorità che un pazzo ha sintetizzato gas nervino ed è pronto a compiere una strage, ma nessuno lo prende sul serio. Dunque si fa trasferire a Rebibbia per incontrare il Murena, che ha informazioni utili a intercettare lo stragista. Dopodiché Pietro intende rimettere insieme la banda di ricercatori universitari: le menti più brillanti in circolazione in perenne stato di disoccupazione (o detenzione). Con Smetto quando voglio – Ad Honorem, Sydney Sibilia chiude magistralmente una trilogia cinematografica che è un unicum nel panorama italiano. Un prodotto commerciale strutturato fin dalla sua ideazione come una minisaga ma dettato da un’urgenza narrativa molto personale; un’operazione di cinema industriale che non sacrifica la visione creativa del suo autore.
Tanto i supereroi della banda quanto i loro arcinemici sono vittime di un sistema ingiusto in cui la meritocrazia è una parola buona solo per riempire la bocca dei politici (gli stessi che abbiamo visto aggirarsi alle feste in cui si consumano le droghe inventate dalla banda). Ma Zinni e compagni insistono a combattere contro i mulini a vento, e per questo si guadagnano il nostro rispetto e la nostra simpatia.

 

Commenti

Commenti