Aspettando il re | con Tom Hanks questa sera in prima tv su Rai 3

Standard

Questa sera su Rai 3 va in onda in prima tv “Aspettando il re”, per la regia di Tom Tykwer con Tom Hanks, Sarita Choudhury, Tom Skerritt, Tracey Fairaway, Jay Abdo. Alan Clay è un uomo d’affari americano la cui vita è andata a rotoli: ha perso la casa, il matrimonio, la stima del padre, non sa come pagare gli studi della figlia ed è afflitto dai sensi di colpa per aver chiuso uno stabilimento americano in favore di una delocalizzazione in Cina – che alla lunga non ha nemmeno ripagato. Ora cerca di rifarsi vendendo un sistema di teleconferenza via ologramma al Re dell’Arabia Saudita, nella città di KMET, che è ancora in realtà solo un progetto e di fatto consiste in una palazzina di uffici in mezzo al deserto. Ha inoltre una preoccupante ciste sulla schiena, che potrebbe anche essere un linfoma, e per curarsi finisce per conoscere una locale dottoressa che, insieme al suo autista, lo aiuta a ritrovare un po’ di fiducia in sé stesso e gioia di vivere. Se il tono surreale è efficace, non lo sono però i momenti più hollywoodiani, a partire dalla storia d’amore che risulta consolatoria e tutt’altro che approfondita, scadendo nei consueti cliché dell’esotismo.
Se Tom Hanks fa il possibile per incarnare come al suo solito l’americano medio e in fondo di buon cuore, tipico per altro della sua carriera, il mondo che ha intorno sembra fin troppo ben disposto nei suoi confronti. Certo c’è qualche inghippo burocratico, ma basta la sua buona educazione per avere la meglio più o meno su tutto, tanto che si invaghiscono di lui prima una bella danese (interpretata da Sidse Babett Knudsen) e poi la dottoressa araba, la cui relazione con lui è così improbabile da far a tratti sospettare che sia frutto di allucinazioni.

Commenti

Commenti