Un Natale al Sud | questa sera in prima tv su Canale 5

Standard

Questa sera va in onda in prima tv su Canale 5Un Natale al Sud”, per la regia di Federico Marsicano con Massimo Boldi, Biagio Izzo, Debora Villa, Barbara Tabita, Paolo Conticini. Un Natale al Sud ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 2,9 milioni di euro e 1,1 milioni di euro nel primo weekend.

Peppino, un carabiniere del nord, e Ambrogio, un ex impiegato del sud con velleità di cantante neomelodico, sono sposati rispettivamente con la lombarda Bianca e la partenopea Celeste. Ognuna delle coppie ha un figlio: Riccardo e Simone, entrambi youtuber, entrambi fidanzati solo virtualmente con due ragazze, Giulia e Ludovica, incontrate sull’app di dating Cupido 2.0, che fra le varie amenità offre ai single la possibilità di partecipare ad un ritrovo annuale in un lussuoso resort. Poiché i genitori ritengono necessario che i propri figli incontrino dal vivo le loro ragazze fanno in modo che i quattro giovani partecipino a quel raduno, e decidono di pedinarli in loco. Lì troveranno anche una blogger in cerca dell’uomo ideale e un influencer innamorato di se stesso, un autista romano a caccia di avventure e una performer di burlesque.La stessa squadra di Matrimonio al sud si ripropone in formazione (quasi) compatta: le due coppie Massimo Boldi-Debora Villa e Biagio Izzo-Barbara Tabita, gli scapoli Paolo Conticini ed Enzo Salvi, la giovane Fatima Trotta, e Paolo Costella questa volta non più alla regia (che è di Federico Marsicano) ma alla sceneggiatura (con Gianluca Bompressi). L’idea è quella di rendere questa commedia “moderna” parlando di chat, selfie e sms, e identificando alcuni personaggi come figure partorite dall’universo Internet, senza però dare loro alcuna connotazione specifica al ruolo, al di là della vanità e dell’egocentrismo. Rispetto a Matrimonio al sud, anche le due mogli (e le due brave attrici Villa e Tabita) vengono confinate alla cifra grottesca e perdono credibilità, e tutti sguazzano in un oceano trash.

Commenti

Commenti