Trolls | le creature felici preda dei Bergen questa sera in prima tv su Italia 1

Standard

Questa sera su Italia 1 va in onda in prima tv “Trolls”, per la regia di Mike Mitchell, Anand Tucker con Elisa, Alessio Bernabei, Jason Schwartzman, Ximena Luna, Anna Kendrick. I Troll sono stati inventati nel 1959 da un pescatore danese, che intagliò una bambola come regalo di natale per la figlia Lajla. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 1 candidatura a Golden Globes. In Italia al Box Office Trolls ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 4,3 milioni di euro e 626 mila euro nel primo weekend. Da vent’anni i Troll, le creature più felici mai viste al mondo, vivono in celebrazione della propria esistenza gioiosa, al riparo dai terribili Bergen che, non conoscendo la felicità, devono nutrirsi di Troll per provarne l’ebbrezza. L’ultimo incontro con i predatori è stato sventato dall’eroico re Peppy, convinto che nessun suo suddito dovesse essere lasciato nelle grinfie del nemico, nel giorno del Trolstizio: quello in cui i Bergen vanno a caccia di felicità. Col tempo re Peppy ha ceduto il posto a sua figlia, la principessa Poppy, che con contagioso entusiasmo guida le schiere dei Troll in infinite sessioni di canti, balli e abbracci. Solo Branch, l’unico Troll privo di colori vivaci, rifiuta la filosofia gaudente dei suoi simili, divorato dalla preoccupazione che i Bergen ritornino. E puntualmente, nel giorno della celebrazione della Festa più grande del mondo, i timori di Branch si avverano e i Bergen rapiscono un nutrito gruppetto di Troll per cibarsene nel giorno del Trolstizio. Sarà compito di Poppy e Branch andarli a salvare: lei con la sua forza trascinante, lui con la sua conoscenza approfondita di un nemico tanto a lungo studiato e temuto.La DreamWorks ha trasformato i pupazzetti dai capelli a ciuffo tanto amati dai più piccoli in eroi di cartone creando per loro una fiaba fracassona che tracima colori psichedelici e canzoni pop. Ma il vero motore del film è la strana coppia Poppy-Branch, in inglese doppiati da Anna Kendrick e Justin Timberlake, in italiano da Elisa e Alessio Bernabei. Timberlake, che è anche produttore esecutivo del film, ha costruito la colonna sonora con brani inediti suoi, di Gwen Stefani e Ariana Grande, ma il vero “gancio” sono le hit del passato (molto ben tradotte in italiano da Fiamma Izzo, responsabile del doppiaggio) incorporate all’interno della trama come se fossero elementi narrativi di un musical.

Commenti

Commenti