Romanzo Criminale | questa sera su Rete 4 per la regia di Michele Placido

Standard

Questa sera su Rete 4 va in onda “Romanzo Criminale”, per la regia di Michele Placido con Stefano Accorsi, Kim Rossi Stuart, Anna Mouglalis, Claudio Santamaria, Pierfrancesco Favino. Dal best seller di Giancarlo De Cataldo, Michele Placido dirige la storia della banda della Magliana, che imperversava a Roma negli anni 70 e 80: con lui, il meglio degli attori italiani in circolazione. Ha vinto 5 Nastri d’Argento, Il film ha ottenuto 14 candidature e vinto 8 David di Donatello. In Italia al Box Office Romanzo criminale ha incassato 4,9 milioni di euro.

Il Libanese ha un sogno: conquistare Roma. Per realizzare quest’impresa senza precedenti mette su una banda spietata ed organizzata.
Le vicende della banda e dell’alternarsi dei suoi capi (il Libanese, il Freddo, il Dandi) si sviluppano nell’arco di venticinque anni, intrecciandosi in modo indissolubile con la storia oscura dell’Italia delle stragi, del terrorismo e della strategia della tensione prima, dei ruggenti anni ’80 e di Mani Pulite poi. Per tutto questo tempo, il commissario Scialoia dà la caccia alla banda, cercando contemporaneamente di conquistare il cuore di Patrizia, la donna del Dandi.Tratto dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo il film di Michele Placido si rivela come la sua opera più compiuta e più complessa sul piano stilistico. Il regista/attore è riuscito a realizzare una fusione agile (e non fa pesare le due ore e mezza di proiezione) tra il suo cinema di impegno civile, il livello della ricostruzione anche cronachistica e (cosa che sembrava ardua considerato l’esito in particolare del suo ultimo film) il versante letterario. Narrazione pura, storia patria e caratteri ben delineati ma mai stereotipi danno luogo a un film “all’americana” nel senso non deteriore del termine. Questi piccoli delinquenti feroci che sono riusciti a terrorizzare Roma per anni finendo poi invischiati in trame più grandi di loro vengono seguiti con finezza psicologica e con grande attenzione anche sul piano lessicale. C’è poi una dark lady interpretata da Anna Mouglalis vero perno dei rapporti tra il mondo dei ‘buoni’ (Scialoia) e quello di coloro che buoni non saranno mai perché costantemente spinti da quello che il loro socio mafioso definisce un ‘sentimento nobile’: la vendetta.

Commenti

Commenti